Benvenuti al Ministero pubblico della Confederazione (MPC)

Il MPC è competente, quale procura federale, per l’indagine e l’accusa nei confronti degli autori di reati che rientrano nella giurisdizione federale, di cui agli articoli 23 e 24 del Codice di diritto processuale penale svizzero e in leggi federali speciali.

Recenti comunicati stampa del MPC

20.10.2019: Riciclaggio di denaro qualificato: promozione dell’accusa contro Mykola Martynenko e un altro cittadino ucraino

Riciclaggio di denaro qualificato: promozione dell’accusa contro Mykola Martynenko e un altro cittadino ucraino

Berna, 20.12.2019: Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha promosso l’accusa dinanzi al Tribunale penale federale contro Mykola Martynenko, cittadino ucraino e deputato di lunga data del Parlamento ucraino, e contro un secondo cittadino ucraino. È loro contestato di aver riciclato denaro per circa 2,8 milioni di euro sulla piazza finanziaria elvetica agendo come membri di una banda.

 

29.10.2019: Lotta al terrorismo: operazione coordinata

Bern G1

Lotta al terrorismo: operazione coordinata

Berna, 29.10.2019: In data odierna il MPC e le magistrature dei minorenni di Winterthur e Berna hanno eseguito contemporaneamente undici perquisizioni domiciliari in diverse località nei Cantoni di Zurigo, Berna e Sciaffusa. L’operazione si è svolta nell’ambito di alcuni procedimenti penali condotti dalle autorità inquirenti nei confronti di un totale di undici imputati. All’intervento hanno partecipato, accanto ai rappresentanti delle due magistrature dei minorenni e del MPC, circa 100 funzionari di fedpol e delle polizie cantonali di Berna, Zurigo e Sciaffusa.

 
 

25.10.2019: Lotta al terrorismo: il MPC promuove l’accusa dinanzi al Tribunale penale federale

Lotta al terrorismo: il MPC promuove l’accusa dinanzi al Tribunale penale federale

Berna, 25.10.2019: Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha promosso l’accusa dinanzi al Tribunale penale federale nei confronti di un doppio cittadino svizzero-italiano domiciliato a Winterthur e di un doppio cittadino svizzero-macedone domiciliato a Frauenfeld. È loro principalmente contestato di aver sostenuto o aver partecipato all’organizzazione criminale «Stato islamico (ISIS)».

 
https://www.bundesanwaltschaft.ch/content/mpc/it/home.html