Benvenuti al Ministero pubblico della Confederazione (MPC)

Il MPC è competente, quale procura federale, per l’indagine e l’accusa nei confronti degli autori di reati che rientrano nella giurisdizione federale, di cui agli articoli 23 e 24 del Codice di diritto processuale penale svizzero e in leggi federali speciali.

Recenti comunicati stampa del MPC

27.07.2021: Riciclaggio di fondi sottratti al Tesoro russo: abbandono del procedimento e confisca parziale degli averi

Bern G1

Riciclaggio di fondi sottratti al Tesoro russo: abbandono del procedimento e confisca parziale degli averi

Berna, 27.07.2021: Il MPC ha abbandonato in data 21.07.2021 il procedimento penale condotto contro ignoti per sospetto di atti di riciclaggio di denaro commessi in Svizzera nel periodo dal 2008 al 2010, in seguito a una frode perpetrata in Russia a danno delle autorità fiscali russe alla fine del 2007. È stata tuttavia ordinata la confisca di un importo equivalente a oltre 4 milioni di franchi svizzeri.

30.06.2021: Trading di petrolio in Ecuador: il Ministero pubblico della Confederazione apre un procedimento penale

Trading di petrolio in Ecuador: il Ministero pubblico della Confederazione apre un procedimento penale

Berna, 30.06.2021: Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto un procedimento penale basandosi in particolare su documenti giudiziari provenienti da un procedimento penale condotto dalle autorità statunitensi in relazione a presunti atti di corruzione di pubblici ufficiali ecuadoriani e di riciclaggio di denaro, che vengono contestati ad un ex collaboratore di un gruppo di società attive nel trading di petrolio e aventi sede segnatamente a Ginevra. Si tratta di chiarire se, in questo complesso di vicende, sono stati commessi dei reati sul territorio svizzero.

26.04.2021: Una manipolazione di dati nel contesto delle sanzioni CO2 provoca un danno di 9 milioni di franchi alla Confederazione

Una manipolazione di dati nel contesto delle sanzioni CO2 provoca un danno di 9 milioni di franchi alla Confederazione

Berna, 26.04.2021: Il MPC ha promosso l’accusa presso il Tribunale penale federale nei confronti di un ex dipendente dell’USTRA e di due consiglieri di amministrazione di una ditta importatrice di veicoli. Secondo l’accusa i due consiglieri hanno pagato il dipendente dell’USTRA perché modificasse i dati rilevanti per il calcolo delle sanzioni sul CO2, evitando così all’impresa il pagamento di sanzioni su un periodo di oltre tre anni. Per la Confederazione ne è risultato un danno di circa 9 milioni di franchi.

 
 
https://www.bundesanwaltschaft.ch/content/mpc/it/home.html