Riciclaggio di fondi sottratti al Tesoro russo: abbandono del procedimento e confisca parziale degli averi

Berna, 27.07.2021 - Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha abbandonato in data 21.07.2021 il procedimento penale condotto contro ignoti per sospetto di atti di riciclaggio di denaro commessi in Svizzera nel periodo dal 2008 al 2010, in seguito a una frode perpetrata in Russia a danno delle autorità fiscali russe alla fine del 2007. È stata tuttavia ordinata la confisca di un importo equivalente a oltre 4 milioni di franchi svizzeri.

Fatti indagati in Svizzera
Sulla base di una denuncia sporta dalla società Hermitage Capital Management Ltd (qui di seguito: Hermitage), con sede a Londra e fondata da William Browder, e di una segnalazione di sospetti di riciclaggio di denaro, il MPC ha avviato il 3 marzo 2011 un procedimento penale contro ignoti per sospetto di riciclaggio di denaro (art. 305bis del Codice penale [CP]).

Concretamente, i sospetti del MPC riguardavano atti di riciclaggio di denaro che sarebbero stati commessi in Svizzera nel periodo dal 2008 al 2010, in seguito a una frode perpetrata in Russia a danno delle autorità fiscali russe alla fine del 2007, la quale avrebbe condotto a un rimborso illecito di imposte per un importo equivalente a 230 milioni di dollari USA. Questo denaro sarebbe stato riciclato prima in Russia e poi in diversi altri paesi, tra cui la Svizzera. In questo contesto, il MPC ha sequestrato valori patrimoniali pari a circa 18 milioni di franchi svizzeri.  

Durante l'istruzione il lavoro del MPC si è concentrato sull'accertamento dei sospetti di riciclaggio delle somme di denaro sottratte in Russia attraverso dei conti bancari in Svizzera. Le indagini del MPC hanno richiesto in particolare l'ordine di produzione di un vasto numero di conti bancari in Svizzera, l'invio di diverse commissioni rogatorie attive e di complementi all'estero, segnatamente in Moldavia, Lettonia, Russia (dove era stato commesso il reato preliminare), Cipro e USA, nonché l'audizione di numerose persone in Svizzera e all'estero.

I mezzi di prova così ottenuti hanno consentito al MPC, con il concorso dei suoi analisti, di procedere all'analisi dei flussi finanziari. In questo contesto sono stati stilati diversi rapporti, il cui il più recente risale al maggio 2021.

Le circostanze del decesso di Sergei Magnitsky, avvenuto in Russia, e le sue ripercussioni politiche, incluse le liste «Magnitsky», non sono oggetto del presente procedimento, poiché l'esame di questi fatti esula dalle competenze del MPC.

Abbandono e confisca di un importo equivalente a oltre CHF 4 milioni
Sulla base delle sue numerose indagini, il MPC constata oggi che l'istruzione non ha permesso di stabilire dei sospetti che giustifichino la promozione di un'accusa nei confronti di una persona in Svizzera, ed ha pertanto disposto l'abbandono del procedimento in virtù dell'art. 319 cpv. 1 lett. a del Codice di procedura penale (CPP).

Tuttavia, nella misura in cui si è potuto dimostrare un legame fra una parte dei valori patrimoniali sotto sequestro in Svizzera e il reato preliminare commesso in Russia, il MPC ne ordina la confisca e un risarcimento a favore della Confederazione. Si tratta di un importo complessivo equivalente a oltre 4 milioni di franchi svizzeri.

Il MPC precisa che nella sua qualità di autorità indipendente di perseguimento penale, ha il mandato legale di ricercare la verità rispettando il principio dell'istruzione - circostanze a carico e discarico. Nei casi di riciclaggio di denaro è necessario stabilire con un sufficiente grado di verosimiglianza che sussiste un legame fra i valori patrimoniali per i quali vi è sospetto di riciclaggio di denaro in Svizzera e un reato preliminare, commesso di solito all'estero.

Esame della qualità di accusatore privato di Hermitage
Nel 2011, nel quadro dell'attuale procedimento, era stata inizialmente riconosciuta a Hermitage la qualità di accusatore privato. Tuttavia, nel corso dell'istruzione, la qualità di accusatore privato di Hermitage è stata rimessa in dubbio da altri partecipanti al procedimento.

Nell'ambito del suo decreto di abbandono, il MPC ha riesaminato altresì la qualità di accusatore privato di Hermitage. Dal suo esame emerge che, nonostante i numerosi atti di istruzione, non è stato possibile evidenziare che i fondi sotto inchiesta in Svizzera provenissero da un reato commesso a danno di Hermitage. Il MPC ha pertanto deciso di ritirare a Hermitage la qualità di accusatore privato.

Termini di ricorso
Il MPC precisa che contro il suo decreto del 21.07.2021 è possibile interporre ricorso presso il Tribunale penale federale entro un termine di dieci giorni. Non essendo ancora scaduto il termine di ricorso, il suddetto decreto non è entrato in vigore e, di conseguenza, non è ancora consultabile.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio di comunicazione del Ministero pubblico della Confederazione, info@ba.admin.ch


Pubblicato da

Ministero pubblico della Confederazione
http://www.ba.admin.ch/ba/it/home.html

https://www.bundesanwaltschaft.ch/content/mpc/it/home/medien/archiv-medienmitteilungen/news-seite.msg-id-84542.html