Ministero pubblico della Confederazione: Rapporto di gestione 2019

Berna, 16.04.2020 - Dal Rapporto di gestione 2019 del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) si evince che la collaborazione con partner svizzeri e internazionali acquista un'importanza sempre maggiore. Una rete solida è indispensabile per una lotta efficiente alle forme moderne di criminalità.

Alla fine del 2019, il MPC registrava complessivamente 395 (2018: 407) inchieste penali pendenti e 501 (456) accertamenti preliminari. Nell’anno in rassegna il MPC ha depositato al Tribunale penale federale (TPF) 17 (10) atti d’accusa, 7 (1) atti d’accusa in rito abbreviato e 23 (13) decreti d’accusa come atti d’accusa nel procedimento ordinario ed emesso 228 (170) decreti d’accusa. Nel 2019, il MPC e il TPF hanno ordinato confische di patrimoni e dei risarcimenti per un importo totale di CHF 324 (791) milioni.

Nell'era degli affari e dei flussi finanziari che oltrepassano i confini, quasi tutti i procedimenti hanno una dimensione internazionale. Di conseguenza, il trattamento delle domande di assistenza giudiziaria internazionali continua ad aumentare: alla fine del 2019, il MPC registrava complessivamente 317 (313) procedure di assistenza giudiziaria pendenti. Le domande di assistenza giudiziaria evase erano 248 (223), mentre quelle accolte 244 (233).

Casi d’interesse pubblico
Alla fine del 2019, il MPC registrava oltre 700 inchieste penali e procedure di assistenza giudiziaria pendenti. Anche nell’anno in rassegna le inchieste più vaste, dispendiose e d'interesse pubblico sono state quelle riguardanti i complessi Petrobras-Odebrecht, 1MDB e al calcio. Nel 2019, nell'insieme di casi relativi a Petrobras-Odebrecht e al calcio, come pure negli ambiti del diritto penale internazionale, della cybercriminalità, è stato possibile promuovere i primi atti d’accusa. Importanti accuse sono state mosse anche nell’ambito della lotta contro il terrorismo. Inoltre, il MPC ha ottenuto la confisca di notevoli proventi di reato, in particolare per la loro restituzione alle persone fisiche o giuridiche danneggiate. Nel corso del 2019, per esempio, nei casi Petrobras-Odebrecht sono stati rimborsati complessivamente oltre CHF 400 milioni al Brasile. E sempre nel 2019 sono stati confiscati, per restituzione, CHF 130 milioni nel quadro delle inchieste condotte per riciclaggio di denaro in relazione all'Uzbekistan.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio Comunicazione del Ministero pubblico della Confederazione; tel. +41 58 464 32 40, info@ba.admin.ch


Pubblicato da

Ministero pubblico della Confederazione
http://www.ba.admin.ch/ba/it/home.html

https://www.bundesanwaltschaft.ch/content/mpc/it/home/medien/archiv-medienmitteilungen/news-seite.msg-id-78794.html