Riciclaggio di denaro qualificato: promozione dell’accusa contro Mykola Martynenko e un altro cittadino ucraino

Berna, 20.12.2019 - Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha promosso l’accusa dinanzi al Tribunale penale federale contro Mykola Martynenko, cittadino ucraino e deputato di lunga data del Parlamento ucraino, e contro un secondo cittadino ucraino. È loro contestato di aver riciclato denaro per circa 2,8 milioni di euro sulla piazza finanziaria elvetica agendo come membri di una banda.

Il MPC rimprovera gli accusati di riciclaggio qualificato di denaro (art. 305bis n. 1 in combinato disposto con l’art. 305bis n. 2 lett. b CP). Nel concreto, secondo l’accusa hanno agito come membri di una banda per impedire la confisca dei valori patrimoniali acquisiti delittuosamente per un ammontare di circa 2,8 milioni di euro, utilizzando il denaro delle relazioni bancarie in Svizzera per spese private e investimenti in Svizzera e all’estero.

Mykola Martynenko ha fatto aprire queste relazioni bancarie in Svizzera nel quadro degli atti preparatori al reato. A tale scopo, ha innanzitutto incaricato il secondo accusato di fondare una società offshore nella Repubblica di Panama. Diversi cittadini panamensi hanno agito in veste di direttori della società e sono immediatamente ricorsi al secondo accusato in qualità di procuratore. Infine, quest’ultimo è stato incaricato per conto di Mykola Martynenko di aprire le relazioni bancarie in Svizzera a nome della società offshore. Sul formulario A, il secondo accusato ha indicato Mykola Martynenko quale avente diritto economico per i valori patrimoniali che sarebbero pervenuti in futuro.

Origine presumibilmente delittuosa dei valori patrimoniali: procedimento penale in Ucraina e Repubblica Ceca
I valori patrimoniali in seguito acquisiti provenivano da presunti reati commessi in Ucraina e nella Repubblica Ceca. Le autorità ucraine e ceche competenti in materia esaminano questi eventi dal punto di vista penale. Riassumendo, si sospetta che il fornitore ceco di componenti per centrali nucleari, SKODA JS, abbia versato commissioni illegali. Stando a questo, Skoda JS ha versato queste commissioni sulle relazioni bancarie aperte in Svizzera dalla società offshore appartenente a Mykola Martynenko come corrispettivo per l’aggiudicazione della fornitura di componenti al gestore statale ucraino di centrali nucleari, NAEK ENERGOATOM. Le domande relative a procedimenti penali condotti in Ucraina e nella Repubblica Ceca devono essere rivolte direttamente alle autorità competenti.

Collaborazione con l’Ucraina e la Repubblica Ceca
Nel caso di procedimenti penali nell’ambito dei quali il presunto reato preliminare ha avuto luogo prevalentemente all’estero, il MPC dipende dall’assistenza giudiziaria dei Paesi in questione. Anche la presente promozione dell’accusa non sarebbe stata possibile senza l’eccellente collaborazione con le autorità di perseguimento penale ucraine e ceche. Nel quadro del procedimento penale avviato nel 2013 dal MPC, quest’ultimo, l’Ucraina e la Repubblica Ceca hanno chiesto reciprocamente assistenza giudiziaria; l’esecuzione di queste richieste di assistenza giudiziaria è conclusa. In particolare a partire dal 2016, quando il National Anti-Corruption Bureau of Ukraine (NABU) è diventato operativo e ha avviato indagini proprie, nell’ambito dell’assistenza giudiziaria è stato possibile trasmettere al MPC le informazioni rilevanti necessarie per promuovere la presente accusa. Il MPC ringrazia le autorità di perseguimento penale ucraine e ceche per la preziosa collaborazione in questo frangente.

Come è d’uso, il MPC renderà note le richieste di pena in occasione del dibattimento dinanzi al Tribunale penale federale. Con il deposito dell’atto d’accusa, la responsabilità per l’ulteriore informazione passa al Tribunale penale federale a Bellinzona. Fino alla decisione passata in giudicato è applicata la presunzione d’innocenza.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio di comunicazione del Ministero pubblico della Confederazione, T +41 58 464 32 40, info@ba.admin.ch


Pubblicato da

Ministero pubblico della Confederazione
http://www.ba.admin.ch/ba/it/home.html

https://www.bundesanwaltschaft.ch/content/mpc/it/home/medien/archiv-medienmitteilungen/news-seite.msg-id-77653.html