Decisioni di ricusazione nelle inchieste sul calcio: Primi provvedimenti

Berna, 19.06.2019 - Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha preso atto delle due decisioni della Corte dei reclami presso il Tribunale penale federale riguardo al complesso di procedimenti in relazione al calcio. Sono stati presi i primi provvedimenti.

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) non ha rimedi giuridici per opporsi a queste decisioni della Corte dei reclami penali. Le decisioni della Corte dei reclami presso il Tribunale penale federale non sono impugnabili. Attualmente si sta verificando l’ulteriore procedere.

Come primo passo il MPC ha analizzato le conseguenze pratiche di queste decisioni sull’attività operativa nella vicenda sul calcio. L’insieme dei procedimenti è affidato a una task force in seno al MPC. La task force è composta da diversi procuratori pubblici federali, procuratori assistenti, assistenti di procedimento, rappresentanti dell’analisi finanziaria forense e rappresentanti di fedpol. Ciò mostra che le domande di ricusazione accolte dalla Corte non mettono in questione il lavoro complessivo svolto dalla task force. La maggior parte dei procedimenti penali in corso continua a essere condotta come previsto.

Dopo un’analisi preliminare delle decisioni del Tribunale penale federale sono stati presi i primi provvedimenti come segue:

- Da parte della Direzione del MPC, il complesso di procedimenti in relazione al calcio sarà accompagnato con decorrenza immediata esclusivamente dal sostituto procuratore generale Jacques Rayroud. D’ora in poi il procuratore generale della Confederazione Michael Lauber non parteciperà più alle sedute riguardanti il complesso di procedimenti in relazione al calcio. In questo modo viene rispettata la ricusazione del procuratore generale della Confederazione.

- I procedimenti penali finora condotti dal procuratore federale ricusato saranno assegnati a un altro procuratore federale.

- La task force sta esaminando quali conseguenze avranno le decisioni sugli atti procedurali svolti in passato dal capodivisione che non lavora più per l’MPC.

- La task force analizza inoltre l’eventuale necessità di ulteriori azioni nei procedimenti penali in questione.

Per il momento il MPC non ha nulla da aggiungere su questo argomento.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio di comunicazione del Ministero pubblico della Confederazione


Pubblicato da

Ministero pubblico della Confederazione
http://www.ba.admin.ch/ba/it/home.html

https://www.bundesanwaltschaft.ch/content/mpc/it/home/medien/archiv-medienmitteilungen/news-seite.msg-id-75484.html